La storia del Borgo di Castelvecchio si perde nella notte dei tempi.
Al centro della Val d’Orcia, a un passo da Radicofani, Pienza e Montepulciano, il castello del Perignano, che sovrastava e proteggeva il Borgo, era indispensabile sentinella nelle infinite battaglie tra Guelfi, Ghibellini, Firenze e Perugia.
Il suo territorio che una volta fu dei Burbon del Monte, poi dei Morelli, oggi dei De Angelis Gaetani d’Aragona, è ancora lo stesso che si può riconoscere da un’antica carta topografica che risalta fiera in cima alle scale della Villa.


Stemma Bourbon del MonteStemma Gaetani d'Aragona

Il Borgo di Castelvecchio composto da antichi casali in pietra, restaurati con passione e mantenendo fedelmente l’architettura e i materiali originali dell’epoca, dispone complessivamente di 32 camere da letto, due sale riunioni, due saloni per la ristorazione dei suoi ospiti, una chiesetta, due piscine. Ogni casale è stato studiato per essere completamente autonomo e soprattutto confortevole.

Privacy e tranquillità sono gli elementi in più che si aggiungono al piacere di incontrarsi, stare bene insieme e se lo si desidera, lasciarsi andare a momenti di riflessione e spiritualità.