Piccoli e grandi angoli di Paradiso, tra piante aromatiche, muretti, lavande, orci, siepi di Piracanto o di Rosmarino e solitari cipressi a difesa della vastità della Val d’Orcia.

Questa è la Val d’Orcia, questo è Castelvecchio, arricchito oggi anche da due piscine per i suoi ospiti, perfettamente incastonate tra cultura e natura, l’una nascosta tra i tetti e riservata solo alla Canonica o alla Villa, l’altra ai margini di un grande giardino, ai piedi della chiesetta, proiettato su di un panorama mozzafiato con sullo sfondo, in cima alle colline, Pienza, la città ideale.